Tanti auguri I1RRT - Roberto Ravetti


17 SETTEMBRE 1946 BUON COMPLEANNO A I1RRT ROBERTO RAVETTI

Nella giornata del compleanno di I1RRT , voglio iniziare da una data indimenticabile per i Biellesi, in cui vide protagonista anche il giovane  Roberto, che insieme ad altri radioamatori piu anziani, si prodigarono giorno e notte durante le operazioni di soccorso sempre attaccati alle radio per tenere i contatti con i sopravvissuti ad una grande tragedia che colpi il nostro territorio:  l'Alluvione del novembre 1968.

Questa triste esperienza fece capire l'importanza del mondo radiantistico cosi da diventare punto di riferimento per le Istituzioni  in casi di calamità come fu purtroppo testato durante questa tragedia citata in questo stesso blog.

Sicuramente nessuno come la sezione di Biella, può vantare personaggi che sono stati determinanti  per la nascita dell'Ari Nazionale ma soprattutto per la crescita della nostra Associazione Biellese che negli anni più prolifici ha superato di gran lunga i 100 soci e le cui attività spaziavano dall'assistenza al Rally della Lana con quasi tutti i soci di sezione distribuiti  su un percorso di oltre 2000km che grazie alla rete radioamatoriale gestivano la sicurezza sull'intero tracciato.

Per anni Ravetti è stato Presidente di sezione e il mio predecessore, amico di gioventù di I1RRT, Giancarlo Zanella IK1DOC dice testualmente, "che il periodo in cui ho visto Ravetti Presidente, è sicuramente stato quello più rappresentativo perché ha sviluppato quelle attività sul campo che portarono le Istituzioni ad inserire i radioamatori nel contesto, per esempio, della Protezione e Difesa  Civile soprattutto in caso di calamità, cosi come ancora oggi la nostra Associazione è la preposta alle comunicazioni radio presso la Prefettura di Biella sede delle esercitazioni periodiche. Roberto ha sempre avuto delle doti eccelse e vedeva molto piu lungo di tutti noi giovani quando si parlava di radiantismo e comunicazioni."

Da parte mia, ricordo l'esterno della sua stazione radio a Biella Chiavazza. Avevo 7 anni e abitudinalmente mi recavo con la mamma dalla parrucchiera che abitava a fianco  alla sua abitazione. In attesa mi sedevo in giardino a guardare il suo traliccio con una direttiva gigante chiedendomi cosa si potesse ascoltare con un'antenna simile. Successivamente negli anni a venire alcuni amici di infanzia che frequentavano  radiotecnica  mi raccontarono dei Qso di I1RRT con gli Stati Uniti e la sua attivitá di autocostruzione di apparati.

Ero affascinato e mai avrei pensato che pochi anni più tardi mi sarei trovato a "giocare" con un portatile in 11mt prestatomi da un mio conoscente e vicino di casa.

Anche in sezione in questi anni di mia militanza ho ascoltato diversi iscritti che presero la Licenza durante la Presidenza di Roberto. Tutti hanno un'altissima considerazione e per loro rimane "il loro Presidente" e non posso che comprendere ciò. Il suo rientro tra le file di Ari Biella dopo una lunga assenza mi ha fatto apprezzare le sue doti di grande comunicatore e continua a mettere il suo sapere a disposizione di tutti noi.

Non ultimo un evento prima della chiusura estiva su "Il Qso in lingua inglese in H.F." che spesso è la situazione piu critica per tutti i nuovi adepti, insegnando, oltre alle parole chiave, diverse frasi per far sì che il Qso non sia solo uno scambio di veloci informazioni tecniche ma anche sul proprio paese,città,clima e tutto quanto circonda colui che trasmette.

Termino inserendo alcune immagini "rubate" dal suo Qth in cui lo vede protagonista mentre firma di presenza il libro dei visitatori  dell' A.R.R.L. negli Usa nel lontano settembre 1974 e lo ritrae, giovanissimo, durante un emozionante Qso  innanzi a Presidente e Segretario dalla stazione W1AW.

Buon compleanno Roberto da tutti noi!

Giacomo Bielli
IU1HHP


       

FATHER HALTON                                                         



 FIRMA_VISITORS_ARRL



      

QSO_W1AW






  TARGA_FONDATORE_W1WA




CON W1QWU_FATHER HALTON_091974